Se leggi in inglese, Tool of Titans è senza ombra di dubbio uno dei migliori libri che devi assolutamente leggere.

Ti avviso già da subito, questo non è un libro tecnico, per niente. E questa non è la classica recensione come le altre che hai potuto leggere nel blog.

All’interno delle sue oltre 700 pagine ci trovi di sicuro anche qualche consiglio sul business, ad esempio, ma è decisamente una parte marginale.

Il “core” di questo libro è sicuramente la motivazione.

Tool of Titans è infatti una raccolta: una raccolta di una infinità di interviste (o pezzi salienti di interviste) fatte dall’autore, Tim Ferriss, a persone famose.

Persone del calibro di miliardari, icone, atleti: il meglio del meglio, come si suol dire.

Non per niente nella pagina dove ci sono i nomi di tutte queste persone, c’è scritto “on the shouders of giants” (sulle spalle dei giganti).

Alcuni nomi?

Jamie Foxx, Seth Godin, Edward Norton, Tony Robbins, Arnold Schwarzenegger, Shaun White, giusto per citarne qualcuno.

Il libro è un condensato di motivazione: non per niente, è l’unico libro che non si sposta MAI da sopra la scrivania.

Lo tengo sempre lì perché tutti i giorni, la mattina, prima di iniziare la giornata, leggo una intervista ad una delle persone presenti nel libro.

I personaggi intervistati sono 112, ed ognuno dice qualcosa di estremamente potente e motivante.

Così, ogni mattina, quando mi sveglio, scelgo un nome e mi leggo l’intervista. Un paio di pagine, un paio di minuti di riflessione, e la giornata parte con il piede giusto.

Per come è impostato, il libro si presta a questo utilizzo: le interviste non durano più di qualche pagina, per cui non ci metti mai più di una decina di minuti a fare questa operazione.

Il risultato che produce è esilarante: una carica di motivazione, presa direttamente da tutte persone che il successo lo hanno ottenuto, che ti spinge a dare il massimo durante tutta la giornata.

Come detto, non si può fare una sintesi di questo libro, non essendoci una storia, un filone, ma essendo tutte storie a sé. 

Se leggi in inglese, e se hai grandi ambizioni, questo libro sarà come la miccia che accende la tua giornata, se deciderai di leggerlo come sto facendo io.

[activecampaign]