«L’immobiliare è la strada migliore per diventare ricchi e sarà sempre così. D’altronde, hai più chance di essere colpito da un meteorite che di diventare il prossimo Mark Zuckerberg»

Queste sono le parole di Sean Conlon, irlandese, 47 anni. Oggi ti voglio raccontare la sua storia.

Forse il suo nome non è noto ai più, ma Conlon ha creato un vero e proprio impero nel real estate partendo da zero. Anzi, sottozero.

Oggi Sean è proprietario di tre società immobiliari (tra cui la Conlon Real Estate, 2,5 Miliardi di dollari di fatturato l’anno) e un fondo, il Conlon Capital, che lo scorso anno ha fornito prestiti per 750 milioni di dollari.

Eppure, la sua storia inizia quando, giovanissimo, dall’Europa si trasferisce negli Stati Uniti con appena 500 dollari in tasca. Arrivato oltreoceano inizia a fare il muratore grazie al supporto di un cugino che gli trova un lavoro nell’azienda in cui è impiegato.

Di giorno lavora come muratore, di notte si interessa nel mercato immobiliare, ed inizia a vendere proprietà come agente. In un’epoca senza internet passava le sere al telefono, dopo che magari si era svegliato alle 6 di mattina per andare in cantiere.

Nel giro di 3 anni il successo è incredibile: diventa il miglior venditore negli USA. Tra il 1993 e il 1999 vende proprietà per 200 milioni di dollari.

Motivato dal successo, decide di mettersi in proprio. Da lì la svolta, nel giro di 36 mesi il fatturato tocca il miliardo di dollari. Il resto, è storia.

Ora, oltre alle sua attività come imprenditore, è una vera star televisiva in America, con programmi dedicati al suo settore.

Perché ho deciso di raccontarti la sua storia?

Innanzitutto, perché è la testimonianza di come il settore immobiliare possa davvero rappresentare una svolta, per chi vuole davvero impegnarsi. D’altronde, i numeri parlano chiaro: anche in questo periodo, nonostante il lockdown, il mercato sta vivendo una fase di crescita e ripresa.

Poi, perché Sean Conlon è l’esempio vivente di quanti ostacoli ci siano nella strada verso il successo. Eppure, se non perdi mai la motivazione e non demordi, puoi arrivare a grandi risultati – qualsiasi siano i problemi che incontri lungo il tuo percorso. 

Insomma, la resilienza è tutto.

Lui si è trovato in molti casi a dover prendere il toro per le corna, facendo due lavori contemporaneamente e dormendo 2 ore per notte pur di inseguire i propri obiettivi.

Purtroppo il successo non arriva mai senza che tu ti sia fatto il mazzo. Quando fai impresa ci possono volere anni, o decenni per cogliere i frutti delle proprie fatiche. Solo chi è in grado di gestire un’attività – ed ha grande resistenza a tutti gli urti che puoi subire – può farcela.

Pensi di essere come Sean Conlon? Se non credi di potercela fare, e vuoi qualche consiglio in più su come investire ed in che settori, unisciti alla newsletter di Mente Miliardaria. 

Per farlo, clicca qui

Sviluppa una Mente Miliardaria o muori provandoci. Al tuo successo!