Oggi voglio raccontarti una storia di successo.

Quella di Jan Koum. Il suo nome, se non sei esperto o appassionato di tecnologia, forse non ti dirà molto. Si tratta del fondatore di WhatsApp, una delle app più utilizzate al mondo.

Eppure, nonostante questa grande intuizione che lo ha portato a raggiungere incredibili traguardi, la sua vita è stata tutt’altro che semplice.

Koum è nato a Kiev ed e cresciuto a Fastiv, in Ucraina, da umilissime origini.

Decide di lasciare il suo paese a solo 16 anni per sbarcare negli Stati Uniti insieme alla madre e alla nonna. Insieme riescono a potersi permettere un appartamento grazie agli aiuti dell’assistenza sociale.

Per supportare la famiglia, Jan studia informatica da autodidatta e al contempo lavora. Negli anni successivi si iscrive all’Università di San Jose dove, grazie all’amicizia con alcuni hacker, riesce a fare esperienza nel campo. Le fatiche saranno finalmente ripagate quando riuscirà ad entrare in Yahoo!, che in quel momento era uno dei principali portali a livello globale. Lavorando alla Yahoo! incontra Brian Acton, con il quale lascerà l’azienda nel 2007.

Dopo numerosi viaggi e anche dopo le porte chiuse in faccia da parte di Facebook, nel 2009 si accorge di una enorme lacuna che hanno i moderni smartphone che in quegli anni stanno nascendo. Per questa ragione, inizia a ideare un’app in grado di mettere in contatto tra loro le persone senza inserire né password né account, simile a Skype ma collegato al numero di cellulare.

Quella app di messaggistica sarà appunto WhatsApp.

Brian Acton successivamente entra in società e i due, dopo aver ottenuto un prestito, presentano la formidabile creazione che riuscirà anni dopo a fare breccia oltre che nel cuore di tutti noi, anche in quello di Mark Zuckerberg, lo stesso che non lo aveva assunto qualche anno prima.

Il fondatore di Facebook riesce così a comprare WhatsApp per 19 miliardi di dollari facendo diventare Jan Koum un giovane miliardario con un patrimonio di 9,7 miliardi dl dollari.

La storia di Jan ti fa capire come la dedizione e l’impegno possono portarti a grandi traguardi. Devi solo volerlo, e avere la voglia di agire per far sì che tu possa raggiungere questi risultati. Se non avesse studiato da solo l’informatica mentre lavorava, a quest’ora non sarebbe nessuno, e non sarebbe miliardario.

Ha dovuto fare grandi rinunce, ma partendo da zero ha raggiunto le vette del mondo.

Insomma, una vera Mente Miliardaria è quella che si fa il culo costantemente! Ma poi ti assicuro che le soddisfazioni che otterrai ti ripagheranno di tutte le fatiche.

Certo, ci vuole tempo: non puoi pensare di arrivare a determinati livelli in pochi mesi. Bisogna avere pazienza.

Il successo non è mai veloce o immediato, e soprattutto non arriva mai senza che tu ti sia fatto il mazzo. Quando fai impresa ci possono volere anni, o decenni per cogliere i frutti delle proprie fatiche. Solo chi ha grande forza di spirito  – ed è in grado di gestire un’attività – può farcela.

Pensi di essere come Jan Koum? Se non credi di potercela fare, e vuoi qualche consiglio in più su come investire ed in che settori, unisciti alla newsletter di Mente Miliardaria. 

Per farlo, clicca qui

Sviluppa una Mente Miliardaria o muori provandoci. Al tuo successo!